Il Massoterapista

Scritto il 30 agosto 2017 nella Categoria Leda Clinic, Metodiche

massoterapista_mani

L’etimologia della parola massaggio ha origini differenti in quanto sembrerebbe derivare sia dalla parola araba massa (toccare, manipolare, frizionare) che dalla parola ebraica masech(esercitare pressione).

La pratica del massaggio è probabilmente precedente ad ogni altra tecnica di cura e le sue origini, si perdono nella notte dei tempi. Nessuno è in grado di stabilire con esatta precisione da quanto questa tecnica esista.

I primi cenni storci che possono ricollegarsi in qualche modo a quello che noi oggi definiamo massaggio, risalgono a più di 7000 anni fa, quando le popolazione orientali, principalmente il Popolo Cinese e gli Indù iniziarono a praticare e a diffondere scritti sulle varie tipologie e metodiche del trattamento manuale. Molte altre civiltà come quella Egizia, Greca o Romana diedero importanza al massaggio facendolo rientrare, a volte, addirittura in quelle che erano considerate tecniche sacre. Si narra che addirittura Giulio Cesare si facesse massaggiare quotidianamente per alleviare i dolori di emicrania e le nevralgie che accusava.

Molte figure illustri appartenute a diverse culture e civiltà, a noi note anche per altri meriti, parlano nei loro scritti, trattati ed opere dell’importanza che la terapia manuale ha sul raggiungimento ed il mantenimento di un perfetto stato di salute psico – fisico. Una su tutte fu sicuramente rappresentata da quello che è oggi conosciuto come il padre della medicina moderna,Ippocrate medico greco vissuto tra il V ed il IV secolo a.C. il quale descrisse in molti dei suoi scritti i benefici del massaggio e della sua arte e dedicò alla pratica massoterapica importanti osservazioni.

Ippocrate descrisse l’Anatripsis (letteralmente frizione verso l’alto) come una pratica più efficace rispetto allo stesso movimento effettuato verso il basso sugli arti, dimostrando di aver intuito il meccanismo della circolazione linfatica e sanguigna.

Il rimedio è applicabile ai mali acuti come a quelli cronici e alle varie forme di debolezza, poiché queste cure hanno potere rinnovatore e rinvigorente. Mi è spesso sembrato, mentre stavo così curando i miei pazienti, come se le mie mani avessero la singolare proprietà di estrarre i prodotti di rifiuto e le diverse impurità raccolte nelle parti malate”

cattura

Ippocrate di Kos

Il massaggio venne usato sia come rimedio che come semplice metodo di mantenimento dello stato di benessere attraverso il rilassamento per molti millenni, in occidente durante il medioevo questa metodica subì un forte arresto sparendo quasi completamente. Questo avvenne grazie all’oscurantismo che portò a rinnegare i bisogni del corpo ed a percepire il contatto fisico del massaggio come una cosa proibita.

Bisognerà attendere fino all’inizio del rinascimento per poter vedere rinascere l’arte del massaggio in ambito terapeutico e poter assistere alla sua crescita d’importanza grazie al Professore svedese Pehr Henrik Ling, che codificando la maggior parte delle tecniche utilizzate fu il primo in occidente a ridare al massaggio una forma sistemica ed una metodologia ben specifica.

Nell’ultimo secolo, in concomitanza con gli enormi progressi fatti dalla medicina convenzionale, i popoli considerati civilizzati si sono trattati sempre più esclusivamente solo con l’uso di farmaci, ponendo così in secondo piano le terapie tradizionali tra cui l’arte del massaggio.

Solo negli ultimi decenni, complici il frenetico modo di vivere e l’alto tasso di stress psico – fisico riportato da un numero sempre crescente di persone, si è riconosciuto il valore del contatto umano ed il bisogno di ritornare ai Valori naturali. Possiamo quindi affermare che il campo del massaggio terapeutico e tra le pratiche più antiche, ma anche tra quelle più nuove.

Oggi, la moderna ricerca scientifica ha definitivamente riconosciuto il massaggio come terapia efficace, definendone i meccanismi d’azione, le indicazioni e le controindicazioni cliniche.

E’ riconosciuto quindi che il massaggio porta l’organismo ad un miglior funzionamento aumentando le capacità di rigenerazione cellulare e di autoguarigione presenti naturalmente nel nostro corpo e in genere limitate dai fattori di stress presenti nelle nostre vite.

Una tra le prime e più riconoscibili sensazioni legate al massaggio è quella di rilassamento indotta dal contatto tra i tessuti. Oltre le sensazioni di benessere e di rilassamento la massoterapia ha azioni:

  • Stimolazione linfatica;
  • Miglioramento della circolazione e vasodilatazione;
  • Miglioramento cutaneo attraverso l’eliminazione di parte delle cellule morte presenti nello strato corneo;
  • Potenziamento del sistema immunitario;
  • Allentamento delle tensioni muscolari attraverso l’eliminazione dello stress;
  • Dona più elasticità;
  • Miglioramento della peristalsi se effettuato sull’addome.

I fattori che influenzano i risultati dopo un massaggio sono molti tra i quali è importante ricordare le tecniche di massaggio utilizzate e lo stato psico fisico del ricevente.

Ovviamente il miglior modo di valutare, o anche solo di poter elencare, tutti i benefici di un massaggio è quello di provarlo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Info

    Leda Clinic s.r.l.

    Via Borgo Palazzo,116
    24125 Bergamo
    Italy

  • Contatti

    Telefono. 035/24.96.86
    Fax. 035/24.28.00
    Email. ledaclinic@gmail.com

    Lun-Ven 9.00/12.30 - 14.30/19.00
    Il Sabato 9.00/12.30
    La Domenica Chiuso